I 10 Migliori Droni del 2020

Per fare video e fotografie dall’alto, ecco quali sono i migliori droni da acquistare quest’anno, dai modelli professionali a quelli più economici.

migliori droni

Il mercato dei droni sta vedendo la nascita di modelli molto interessanti, sia per uso amatoriale che professionale. I costi stanno relativamente scendendo, in rapporto alle caratteristiche tecniche, e le capacità sia di volo che di cattura foto/video stanno raggiungendo livelli incredibili.

Ad ora, è possibile acquistare ad un prezzo ragionevole, un apparecchio che può stare in aria fino alla mezz'ora di tempo, e catturare filmati 4k di livello cinematografico, oppure fotografie di livello professionale.

Tutto questo va a vantaggio di coloro che vogliono aggiungere, ai propri contenuti multimediali, un ulteriore punto di vista che con la fotocamera o lo smartphone non potremmo realizzare.

E diciamoci la verità, pilotare un drone dà anche una sensazione veramente molto piacevole, ed è un hobby particolarmente divertente da svolgere.

Per i modelli dal peso uguale o superiore ai 250 grammi, vi ricordiamo che serve il patentino rilasciato dall’ENAC. Per i droni dal peso inferiore ai 250 grammi, il patentino non serve.

Ne esistono di tutti i tipi e di tutti i prezzi, e se siete arrivati in questa guida all’acquisto sarete in procinto di scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. Per questo abbiamo redatto una classifica comprensiva di modelli che soddisfano le diverse necessità. Dai professionali agli economici, ecco quindi quali sono i migliori droni da acquistare nel 2021.

DJI Phantom 4 Pro V2.0

1. DJI Phantom 4 Pro V2.0

Drone professionale robusto, affidabile e potente

  • Qualità immagine eccellente
  • Drone veloce e potente
  • Video in 4k a 60 fps
  • Portabilità limitata
  • Più lento da montare rispetto ai droni pieghevoli

Prezzo 1.707,90 €

La versione 2 del Phantom 4 Pro è l’ultimo della linea, un drone di fascia alta ideale per videomaker e fotografi professionisti che hanno bisogno di un drone professionale da mettere in aria per catturare scene ad alta risoluzione.

Questo è un modello molto stabile, con una elevata velocità di volo e con qualità costruttiva di alto livello, buono anche per condizioni abbastanza ventose ed altitudini superiori alla media. La durata della batteria arriva fino a 30 minuti effettivi.

Il drone può volare ad una velocità massima di 72 kmh, e la distanza massima dal controller è di 8 km. Grazie alla tecnologia OcuSync 2.0, il segnale tra la postazione del pilota e il drone è molto affidabile, anche se ci sono edifici di mezzo.

Questo drone con telecamera ha un sensore d'immagine da 1” con 20 MP di risoluzione, capace di scattare fotografie di livello professionale, sia in RAW che in JPEG.

La risoluzione video arriva a 4k 60 fps per poter registrare filmati ad alta definizione anche in slow motion, ed essendo l’apertura modificabile dall’utente da f/2.8 a f/11 potremo avere un buon livello di controllo sulla luminosità in entrata e sulla profondità di campo.

Il controller è molto solido, ed offre l’aggancio per uno smartphone o un tablet da 10 pollici in giù. All’utilizzo, i joystick sono eccezionalmente piacevoli da manovrare e il drone procede ad eseguire le operazioni in tempo reale ed in maniera molto reattiva.

L’unico inconveniente di questo modello è la portabilità, il drone pesa 1,375 grammi e non è pieghevole. Il controller invece pesa 904 grammi. Il tutto va trasportato in una custodia abbastanza grande, ma facile da impugnare. Lo consigliamo quindi per i professionisti che svolgono attività di ripresa foto e video a livello locale.

DJI Mavic 2 Pro

2. DJI Mavic 2 Pro

Il drone per chi vuole fare riprese video mozzafiato

  • Facile da pilotare
  • Qualità immagine eccellente
  • Autonomia di volo 20-25 minuti

Prezzo 1.360,00 €

Grazie alla fotocamera 4k integrata di qualità eccellente, progettata da Hasselblad per DJI, il Mavic Pro 2 è ad oggi uno dei migliori droni per fare video e riprese dall’alto. Questo modello è consigliato ai filmmaker che desiderano registrare filmati di altissima qualità 10-bit e a diverse risoluzioni video.

Qui troviamo una fotocamera con risoluzione 20MP e sensore da 1 pollice, che è più grande rispetto ai sensori montati su altri droni. C’è un obiettivo integrato con apertura molto ampia da f/2.8, per fare video anche quando le condizioni di luce non sono ottimali, o di sera.

Il livello di dettaglio è veramente alto e la qualità immagine è simile a quella che troviamo nelle fotocamere moderne. È anche possibile registrare in HDR e LOG, per poter catturare maggiore gamma dinamica e colori flat, per gestire meglio il colore in post.

Possiamo scegliere la modalità 4k, 2k o Full HD 1080p, in quest’ultimo caso potremo rallentare le immagini di molto per realizzare effetti slow motion fino a 120 fps. In 2k è possibile registrare a 60 fps. Riguardo ai formati video, le possibilità quindi non mancano.

La stabilizzazione dell’immagine è formidabile, la camera è montata su un gimbal che permette di mantenere l’immagine ferma, senza necessità di stabilizzare in post.

Ottimo anche per manovrabilità, il DJI Mavic Pro 2 è un drone che si guida facilmente tramite il controller e l’applicazione DJI GO. Basta aprire il joystick, inserire lo smartphone e l’applicazione si apre automaticamente. In un attimo siamo pronti a far volare il drone e sono disponibili anche alcune azioni preset per rendere le riprese più facili per i piloti meno esperti.

Autel EVO II

3. Autel EVO II

Drone con telecamera per video fino a 8k

  • Specifiche video impressionanti
  • Buone modalità automatiche di volo
  • Non necessita di smartphone
  • Software di controllo meno rifinito rispetto ai DJI

Prezzo 1.329,64 €

Il drone Autel EVO II è un vero competitor per il Mavic 2, e per certi versi è anche migliore. Lo consigliamo tra i migliori droni con telecamera, perché questo modello è in grado di registrare filmati addirittura in 8k.

8k a parte (che alcuni troveranno eccessivo), il drone permette di catturare filmati eccezionali in 4k 60 fps, e anche per fotografia la fotocamera integrata permette di scattare immagini molto ben definite e dai colori bilanciati. Il software è comodo per effettuare operazioni manuali di cambio delle impostazioni, quindi ottimo per i videomaker e fotografi professionisti che prediligono il controllo sui parametri di scatto.  

Per qualità costruttiva l’EVO II è fatto molto bene, leggermente più grande rispetto ai Mavic 2, comunque comodo da infilare nella borsa fotografica, e pieghevole più o meno allo stesso modo.

La maggiore grandezza del corpo centrale è dovuta principalmente all’implementazione di una batteria da 7.100mAh, capace di offrire un tempo di volo da 33 minuti effettivi (meglio del Mavic in questo senso).

Ci sono sensori sia sui lati che sulla parte superiore, per evitare di schiantare il velivolo addosso agli ostacoli, più i sensori ultrasonic e le luci LED per agevolare la fase di atterraggio.

Nell’app di controllo troviamo un bel po’ di opzioni di volo molto utili. C’è il dynamic track (per seguire il soggetto), tripod track (drone stazionario, mentre la camera segue il soggetto), parallel track (segue il soggetto parallelamente), orbit (orbita attorno ad un punto fisso), smart orbit (orbita attorno ad un soggetto selezionato).

Il controller può essere utilizzato sia con lo smartphone che senza. È infatti presente un display integrato nel joystick, nel caso non volessimo collegare uno schermo esterno.

DJI Mavic 2 Zoom

4. DJI Mavic 2 Zoom

Drone con zoom ottico per avvicinarci al soggetto senza perdita in qualità video

  • Qualità immagine molto buona
  • Facile da pilotare
  • Zoom ottico
  • Ad alti ISO la qualità immagine degrada

Prezzo 1.229,00 €

Annunciato insieme al Mavic 2 Pro, il Mavic 2 Zoom è un drone che si rivolge sempre ad un pubblico di videomaker e filmmaker, ma con qualche differenza in funzionalità e qualità immagine rispetto al modello Pro.

La particolarità di questo modello sta nella presenza di uno zoom ottico da 24 a 48mm, che permette di avvicinarci al soggetto senza dover utilizzare lo zoom digitale, senza quindi perdita in qualità immagine. Questo si rivela estremamente utile soprattutto viste le recenti norme che prevedono di mantenere una certa distanza.

La qualità delle riprese video è elevata, non quanto quella del Mavic 2 Pro (perché il sensore in questo caso è più piccolo), ma abbastanza per accontentare le esigenze di molti, soprattutto per coloro che fanno video YouTube e vlog.

La connessione tra il controller e il drone è molto stabile, grazie alla tecnologia Ocusync 2.0 che offre anche la possibilità di trasferire i file dal drone allo smartphone in wireless, senza dover far atterrare il velivolo.

Il design pieghevole lo rende particolarmente adatto per chi viaggia e per chi lo vuole includere nello zaino di tutti i giorni, o nello zaino fotografico, e pesando meno di un chilogrammo si rivela leggero da trasportare.

La batteria dura circa 25 minuti, e c’è una comoda funzionalità di ritorno automatico quando il livello di autonomia scende al di sotto del 25%. Il drone è molto veloce (72 kmh), quindi attenzione a farlo volare a massima velocità. Troviamo anche le modalità intelligenti per effettuare manovre preset come Hyperlapse e Active Track, per citarne alcune.

DJI Mavic Air 2

5. DJI Mavic Air 2

Il miglior drone di fascia media per fotografie e video dall’alto

  • Design compatto e pieghevole
  • Buona durata della batteria
  • Qualità foto e video
  • Durante il volo l’immagine di controllo sullo smartphone a volte salta

Prezzo 1.038,15 €

Nella fascia media dei droni DJI, troviamo il DJI Mavic Air 2, un modello qualità prezzo capace di realizzare filmati e foto con buona risoluzione, colore e dettaglio.

Troviamo infatti una fotocamera da 48 megapixel, ed un’apertura massima da f/2.8, per una buona riuscita delle immagini anche quando la giornata sta per giungere al termine e il sole è quasi tramontato.

Per realizzare foto quando la scena presenta una gamma dinamica molto elevata (tanta differenza di luminosità tra cielo e terra), la modalità HDR è utilissima. Il drone scatta 7 foto diverse a 7 diverse esposizioni (bracketing) per poi unirle insieme e recuperare le informazioni sia degli highlight che delle ombre in maniera corretta. Il drone può scattare foto in RAW, ed è quindi molto buono per raggiungere risultati fotografici di alto livello.

I videomaker apprezzeranno la capacità di registrare video in 4k a 60 fps, per ottenere video slow motion al massimo della risoluzione. In Full HD invece potremo alzare gli fps fino a 240, per un effetto rallentato ancora maggiore. C’è a disposizione la modalità di registrazione video in HDR in 4K, 2.7K e FHD fino a 30fps.

L’aggiunta della funzione Ocusync 2.0, rispetto al primo modello della linea, lo rende eccezionale per stabilità del segnale tra il controller e il velivolo, che ora risulta molto più affidabile da pilotare a distanza.

PowerVision PowerDolphin

6. PowerVision PowerDolphin

Drone acquatico per la pesca, e non solo

  • Per la pesca
  • Per riprese video e foto in acqua
  • Intelligente e pratico
  • Il prezzo non è per tutti

Prezzo 877,26 €

Il miglior drone acquatico del momento è il PowerVision PowerDolphin, un vero portento in tecnologia e capacità, utile ai pescatori che vogliono aggiungere un gadget futuristico al proprio arsenale.

Il drone è provvisto di un sacco di funzionalità. Innanzitutto, è in grado di viaggiare sia in superficie che sott'acqua, a renderlo effettivamente un piccolo sottomarino pilotato a distanza.

Il robot acquatico è in grado di rilevare pesci fino a 40 metri di distanza. Una volta rilevata la presenza di pesci, libera automaticamente l’esca e quando il pesce abbocca è in grado di trascinarlo a riva (o dovunque si trovi il pilota con il controller).

C’è una telecamera snodata che può essere controllata a distanza, per registrare foto e video di ottima qualità. Il video in output è in 4k 30 fps e il feed sul controller è a 1080p, per vedere l’immagine in tempo reale a risoluzione molto elevata. C’è anche una luce integrata nel drone per illuminare i fondali.

Non solo per la pesca, questo gadget futuristico è anche utile per situazioni di emergenza, nel caso volessimo far arrivare un salvagente ad un nuotatore in difficoltà. Inoltre, alla base del drone acquatici c’è un sonar integrato che può aiutare a creare una mappa topografica del fondale marino.

Il drone ha un’autonomia di circa due ore con una sola carica, e la velocità massima di cruising è di 5 metri al secondo. C’è una comoda funzionalità di ritorno automatico quando la batteria è al di sotto di un certo livello, oppure in ogni caso quando serve richiamare il drone, basta premere il pulsante di ritorno automatico, che troviamo sia sul display che sul controller.

Parrot Anafi

7. Parrot Anafi

Un buon drone qualità prezzo per fotografia e video 4k

  • Registrazione video 4k
  • Foto a 21 MP in HDR
  • Autonomia 23 minuti
  • Manca la funzione di aggiramento degli ostacoli
  • Sistema di pilotaggio inferiore rispetto ai droni DJI

Prezzo 699,00 €

Consigliamo il Parrot Anafi per fotografare in RAW e per avere maggiore libertà di movimento della fotocamera rispetto ai droni DJI.

Con questo modello è infatti possibile scattare foto in RAW di livello migliore rispetto al Mavic Air, e la fotocamera è manovrabile dal joystick per puntare l’obiettivo dove si vuole, anche per scatti dal basso verso l’alto, perché la fotocamera è staccata dal frame e si può ruotare in alto-basso a 180°. C’è inoltre uno zoom da 2.8x senza perdita in qualità.

Il drone pesa pochissimo, solo 320 grammi, ed è pieghevole, per essere facilmente trasportato ovunque. Comodo per viaggi, vacanze, vlogger, videomaker d’avventura e amanti della natura.

Lo consigliamo anche a chi non vola per la prima volta. Il sistema di pilotaggio è infatti meno user-friendly rispetto ai droni DJI, e non essendo incluso il sistema di riconoscimento degli ostacoli, per chi non ha esperienza sarà quasi inevitabile che prima o poi si scontri con un albero o un edificio.

Per chi invece ha piena conoscenza del sistema di volo di un drone, l’assenza di obstacle avoidance sarà più un sollievo che altro, perchè permetterà piena libertà di movimento, anche per manovre al limite dello schianto.

DJI Mini 2

8. DJI Mini 2

Il miglior drone per principianti senza patentino

  • Molto facile da pilotare
  • Autonomia di volo
  • Video 4k
  • Funzione motion tracking limitato

Prezzo 459,00 €

Tra i migliori droni sotto i 250 grammi da utilizzare senza patentino c’è il nuovo modello DJI Mavic Mini 2, un vero portento in funzionalità e qualità immagine. È quello che consigliamo più di tutti ad un pubblico amatoriale, per la facilità di utilizzo e la qualità fotografica e video.

Il nuovo controller è eccezionale, si tratta di un joystick che supporta lo smartphone sulla parte superiore (e non nella parte inferiore come il modello precedente). Come per tutti gli altri droni DJI, anche il Mini 2 risulta molto facile da operare, consigliatissimo per chi inizia.

I motori sono stati migliorati, sia in potenza che in ottimizzazione della batteria. Il risultato è che questo drone sente meno il movimento del vento, e la batteria dura un minuto in più rispetto al Mini prima versione.

Inoltre, invece di adoperare il Wifi per il collegamento tra controller e velivolo, il sistema è stato aggiornato al più recente Occusync 2.0, per una migliore stabilità del segnale e sicurezza di guida a distanza. Questo è comunque un drone che va pilotato a vista, quindi mantenuto ad una distanza non superiore al nostro campo visivo, però l’integrazione del nuovo sistema si sente alla guida.

La qualità video in 4k è molto buona, e se utilizziamo la modalità Full HD 1080p possiamo sfruttare lo zoom digitale 2x o 4x, senza perdita in qualità immagine. I colori e i dettagli delle foto sono apprezzabili, e c’è la possibilità di scegliere tra JPG e RAW, ad accontentare anche i fotografi che preferiscono più libertà in fase di correzione dell’immagine.

Potensic T25

9. Potensic T25

Un ottimo drone amatoriale

  • Buona stabilità in aria anche con vento
  • Ottimo per principianti
  • Autonomia non eccezionale

Prezzo 149,99 €

Il Potensic T25 è un drone economico per amatori, adatto per coloro che vogliono fare il passo senza spendere molto. Pur essendo economico, offre una qualità di volo molto buona, ed è quindi uno dei migliori modelli per qualità prezzo.

Per farlo decollare, basta premere il pulsante dedicato di auto take-off sul controller. Il joystick è maneggevole e facile da usare, per farlo funzionare va posizionato e collegato lo smartphone per avere il feedback in tempo reale dell’immagine catturata dalla telecamera del velivolo.

All’interno del drone è stato installato un giroscopio a 9 assi, per un volo stabilizzato e per mantenere il velivolo in posizione anche quando c’è un po’ di vento. Inoltre è presente la funzione Altitude Hold, che mantiene il drone all’altezza desiderata.

La fotocamera integrata è in grado di registrare video in Full HD 1080p, e troviamo opzioni utili come il Follow Me per seguire un soggetto in movimento mentre di registra un video, e il ritorno automatico quando sta per finire la batteria. Le luci attorno alle eliche facilitano la visione del drone anche quando c’è buio.

L’unico punto debole è la durata della batteria, che arriva circa a 8 minuti effettivi di volo, abbastanza per fare due o tre video creativi prima di doverlo far atterrare.

DJI Ryze Tello

10. DJI Ryze Tello

Drone amatoriale divertente ed economico

  • Prezzo molto economico
  • Veramente facile da usare
  • Autonomia buona
  • Video 720p di qualità amatoriale
  • Zero stabilità in condizioni di vento
  • Range 100 mt

Per chi desidera un modello entry level per divertirsi a fare riprese HD e volare a distanza ravvicinata, il DJI Ryze Tello è uno dei migliori droni economici in commercio.

Va mantenuto a distanza massima di circa 100 metri, e l’altezza di volo non può superare i 30 metri dal suolo, ma consigliamo di mantenerlo intorno ai 10 metri di altitudine. Il controllo è effettuato tramite applicazione su smartphone, oppure acquistando il joystick dedicato, che non costa molto.

Alla guida, la sensazione è molto buona, le leve di controllo sia su schermo che su joystick risultano in azioni reattive, senza ritardo tra il comando e l’effettivo comportamento del drone in aria.

Le specifiche di base includono un’autonomia di volo di 13 minuti (le batterie aggiuntive non sono molto costose, nel caso si voglia comprarne un paio di riserva), la possibilità di scattare foto da 5 megapixel, e registrare video HD a 720p. La qualità immagine non è eccezionale, ma più che buona per fare un po’ di esperimenti o per registrazioni tra amici e parenti.

Sulla parte esterna del telaio, ci sono i sensori per rilevare ostacoli e muri, per evitare di schiantarlo. L’app offre le funzioni di atterraggio e decollo automatico, nel caso foste alle prime armi.