Le 10 Migliori Casse per Giradischi Attive e Passive 2020

Cerchi un paio di diffusori per ascoltare i vinili con buona qualità audio e fedeltà di riproduzione del suono? Ecco quali sono le migliori casse per giradischi attive e passive da acquistare nelle diverse fasce di prezzo.

migliori casse per giradischi

Se stai acquistando casse per giradischi, la qualità del suono è la tua priorità numero uno. I diffusori per il giradischi devono avere una buona risposta in frequenza, gamma dinamica, e fedeltà nella riproduzione del suono.

Se il tuo giradischi è già provvisto di PHONO integrato, allora consigliamo di collegarlo ad un paio di diffusori attivi. In questo modo puoi bypassare l’amplificatore Hi Fi, e risparmiare sia soldi che spazio.

Le casse attive sono molto buone anche per versatilità, perché la maggior parte dei modelli proposti prevede anche qualche altro tipo di utilizzo, quindi saranno anche collegabili al PC, oppure potremo utilizzarle con bluetooth per fare streaming dallo smartphone.

I diffusori passivi, o non amplificati, sono invece quelli che non vanno collegati direttamente al giradischi, ma vanno connesse ad un amplificatore Hi Fi (qui la classifica dedicata nel caso siate in cerca di un modello idoneo).

Le casse passive sono migliori per la separazione dei componenti Hi Fi e permettono un suono generalmente più puro e vicino alla high fidelity. Sono inoltre una buona opzione per chi vuole un sistema Hi Fi ad hoc, o per chi vuole integrare il giradischi all'interno del sistema home cinema.  

In questa guida all'acquisto, siamo andati alla ricerca dei migliori diffusori per giradischi in tutte le fasce di prezzo e per le varie esigenze. Scorri tra le recensioni dei vari modelli selezionati per trovare la coppia di diffusori migliori per le tue necessità. 

Klpisch rp-160m

1. ​Klipsch Reference Premiere RP-160M

​Casse acustiche potenti per giradischi e sistema Hi Fi

  • ​Finitura in legno naturale
  • ​Tractrix Horn
  • ​Suono autentico
  • ​Poco adatte per spazi ridotti

Per chi cerca un set di altoparlanti Hi Fi per il proprio sistema stereo, le Klipsch RP-160M sono le migliori casse passive per giradischi. Una volta collegate all’amplificatore, sapranno dar vita ad un suono corposo, potente, e dettagliato. A detta di molti, sono le migliori casse per giradischi che si possano acquistare.

Le RP-160M sono classificabili tra le casse Hi Fi ad alta efficienza, hanno una sensibilità di 95dB, una risposta in frequenza 45-25.000 Hz e un valore di impedenza da 8 ohm. La loro potenza nominale è di 100 Watt RMS e potenza di picco 400 Watt.

Il tweeter è l’elemento che più le distingue dalle altre casse Hi Fi. Negli anni, Klipsch ha perfezionato la tecnologia del loro horn Tractrix, che ha il compito di fornire un suono dettagliato e meno dispersivo su una maggiore copertura spaziale. Questo significa poter godere di un suono più fedele anche se non ci si siede perfettamente al centro delle due casse.

Il woofer da 6,5” in Cerametallic genera bassi precisi e medi di alta qualità. Il cono è costruito in alluminio con trattamento speciale, per maggiore resistenza alle distorsioni e leggerezza. Da notare anche il design del sistema bass reflex sul retro della cassa, con una combinazione di incavo e fessura perfettamente studiati per ottimizzare il passaggio d’aria e migliorare la performance nelle basse frequenze.

Non solo per giradischi, queste casse sono le migliori anche per il collegamento ad un sistema home theatre (come canale destro e sinistro). Quindi sono altamente consigliate a chi sta costruendo un sistema audio multitasking per gestire sia le necessità di ascolto di musica da vinile, sia per guardare film con ottima qualità del suono.

Le sconsigliamo invece per chi ha necessità di sistemare della casse da giradischi in un ambiente poco spazioso, perché per le loro dimensioni e per il carattere sonoro, se le installiamo in una stanza piccola non presenteranno una performance ottimale. 

Kef Q150

2. ​Kef Q150

​Casse da scaffale hi end

  • ​Ottimo soundstage
  • ​Medi corposi
  • ​Design
  • ​Mancano le griglie frontali

Le Kef Q150 sono casse acustiche passive da scaffale, tra le migliori per qualità sonora e qualità costruttiva. Sono consigliate a coloro che devono installare un sistema stereo completo di amplificatore (o sintoamplificatore), e componenti separati.

La particolarità che spicca di più in queste casse da scaffale è la presenza del noto driver Uni-Q di KEF. Con questo sistema, woofer e tweeter sono concentrati nella parte centrale della cassa, permettendo al suono di arrivare da una fonte unica, pur mantenendo le frequenze ben distinguibili.

Il tweeter è effettivamente capace di generare frequenze alte di ottima qualità, senza distorsione e senza schiacciare la dinamica della traccia sonora. Il woofer offre basse frequenze pulite, anche a volumi molto elevati.

Queste casse a due vie sono inoltre provviste di porta bass reflex sul retro, e consigliamo l’installazione non a ridosso della parete posteriore per dare respiro ed evitare ritorni fastidiosi. Le Kef Q150 vanno collegate ad un amplificatore con potenza da 10 a 100 Watt, hanno una sensibilità di 86dB e una risposta in frequenza da 51Hz a 28kHz. L’impedenza nominale è di 8 ohm.

Una volta collegate all’impianto stereo ed azionato il giradischi, troviamo che le Kef siano in grado di offrire un dettaglio sonoro eccezionale. Anche i momenti meno “interessanti” della musica riprodotta prendono una nuova vita con queste casse da scaffale. Sono fedeli, ma allo stesso tempo colorano la musica con il loro carattere specifico. Tra le migliori casse per giradischi ed impianto stereo hi end, le Kef Q150 sono in cima alla nostra lista dei desideri.

Audioengine A5+

3. ​Audioengine A5+

​Casse attive per giradischi

  • ​Design e qualità costruttiva
  • ​Amplificatore AB integrato
  • ​Potenti e precise
  • ​Non sono piccole

​Le migliori casse attive per il giradischi sono le Audioengine A5+, presentano un carattere sonoro di altissimo livello e sono abbastanza potenti da riempire una stanza di medie-grandi dimensioni. Le consigliamo a chi cerca il miglior set di casse attive per il salotto di casa.

Sul retro, troviamo due opzioni di collegamento audio in input: una coppia di connettori per cavi RCA ed un ingresso mini-jack 3.5mm. La porta USB funziona solo per la ricarica, non è utilizzabile per leggere musica da un iPod o da hardware esterno.

Se il vostro giradischi è provvisto di PHONO integrato, potrete quindi utilizzare direttamente i connettori RCA. Se invece il giradischi non è provvisto di PHONO integrato, va acquistato un amplificatore PHONO esterno da collegare tra il giradischi e le casse, per amplificare il segnale a dovere prima di spedirlo ai diffusori.

Sempre sul retro di una delle due casse, troviamo una generosa griglia heat-sink, per la migliore dispersione del calore generato dall’amplificatore integrato di classe AB. C’è poi un’uscita subwoofer nel caso si voglia fare l’upgrade in futuro ad un sistema 2.1.

I diffusori hanno una potenza di 50W RMS ciascuna, e la performance è ottima anche ai massimi volumi, senza distorsioni e cambiamenti nella qualità sonora.

Per sistemarle sullo scaffale, vi consigliamo di fare un po’ di spazio perchè queste casse hanno dimensioni abbastanza importanti, e non pesano poco. Rispetto ad altre casse meno costose e più piccole però, le Audioengine A5+ offrono un suono molto più spazioso e riempitivo, e sono una vera delizia per chi cerca casse Hi Fi potenti per ascoltare la musica da disco in vinile.

JBL Studio 230

4. ​JBL Studio 230

​Casse passive potenti di fascia media

  • ​Potenti
  • ​Buon soundstage
  • ​Grosse e pesanti

​Le JBL Studio 230 sono diffusori passivi che raccomandiamo a chi sta mettendo insieme un sistema di altoparlanti stereo ad alta potenza per l’ascolto di musica e audio da diverse fonti. Vanno collegate ad un amplificatore con potenza massima tra 20 e 150 Watt, ed hanno una sensibilità che si sposa bene con ambienti di medio-grandi dimensioni.

Sono composte da un woofer PolyPlas da 6.5 pollici, e da un tweeter 1”. Il woofer è capace di generare bassi corposi e senza distorsione, pur mantenendo una buona accuratezza dei medi. Il suono risulta preciso e dettagliato, con un’impronta cristallina, senza le basse frequenze ad opprimere il resto della gamma.

Il tweeter di tipo CMMD è costruito in alluminio e siede all’interno di elementi in ceramica. In questo modo, il tweeter è allo stesso tempo agile e snello, ma anche ben robusto e fermo. La risposta è molto veloce, e può generare rapidamente dei suoni cristallini e naturali. Alla prova del suono, le JBL Studio 230 non presentano fastisiose distorsioni nelle frequenze alte.

La risposta in frequenza delle casse è di 54Hz - 22kHz, mentre la sensibilità è di 88dB. Possono sopportare volumi molto, molto elevati, al punto da dover stare attenti a non esagerare per paura di disturbare i vicini di casa. Il suono, anche a volumi elevati è abbastanza dettagliato e preciso, ma la performance migliore si avrà quando le si utilizzano a volumi medi.

Ruark Audio MR1 MKII

5. ​Ruark Audio MR1 MKII

​Le migliori casse attive in stile vintage per il giradischi

  • ​Suono eccellente
  • ​Design curato
  • ​Connettività Bluetooth
  • ​USB assente

​Le Ruark Audio MR1 MKII sono le migliori casse attive per versatilità e rapporto qualità prezzo. Sono decisamente consigliate a chi vuole investire su un paio di diffusori premium per il giradischi e anche per ascoltare musica in streaming dallo smartphone, perché offrono anche la comodità della connessione bluetooth.

Per il collegamento con il giradischi, nel caso in cui il vostro modello sia privo di PHONO integrato, sarà necessario acquistare un PHONO esterno (costano poco e sono facili da trovare) per amplificare il segnale prima di mandarlo alle casse.

Le Ruark Audio sono casse amplificate, presentano un amplificatore integrato di classe AB da 20W di potenza nominale. Trovano la loro applicazione migliore in un salotto di medie dimensioni, o nello studio di casa.

A parte il design retro che ci fa piacere molto queste casse, soprattutto per chi cerca un modello appositamente per il giradischi, va sottolineato che il sound signature delle MR1 MKII è uno dei migliori in questa fascia di prezzo.

Il suono generato è pulito e preciso, l’immagine sonora ha una buona apertura e la gamma dinamica è incredibilmente ampia. La qualità del suono è incredibile, troviamo che queste casse da scaffale siano in grado di produrre un eccellente livello di dettaglio, rimanendo fedeli alla registrazione originale.

Le qualità di cui sopra non solo valide sono per la riproduzione tramite il giradischi. Le MR1 MKII offrono bluetooth aptX per fare streaming di tracce musicali ad alta definizione via wireless, e poi c’è anche la presa TOSLINK per collegare una fonte digitale esterna ed eseguire conversioni digitale analogiche 24-bit/192kHz.

Insomma, le Ruark Audio MR1 MKII coprono veramente tante esigenze, ed offrono un suono particolarmente qualitativo. Sono le migliori casse attive per utilizzo ibrido e le consigliamo ad una vasta quantità di amanti dell’Hi Fi.

Kanto YU4

6. ​Kanto YU4

​Le migliori casse attive con PHONO integrato per il giradischi

  • ​Design accattivante
  • ​Versatili
  • ​Suonano benissimo
  • ​USB assente

​Le migliori casse attive, se volete un modello di diffusori da collegare direttamente al giradischi senza acquistare un PHONO esterno, sono le Kanto YU4.

Sul retro della cassa noterete il switch phono-line, che permette di selezionare il tipo di ingresso che andiamo a collegare alle prese RCA. Nel caso andassimo a collegare un giradischi, basta selezionare il PHONO per amplificare il segnale a dovere e sentire la musica direttamente dal vinile, senza passare da un amplificatore hi fi esterno.

Non costano poco, però la qualità del suono è veramente eccezionale. Le Kanto YU4 riempiono la stanza con una sonorità ampia e dal respiro generoso. Offrono un buon livello di dettaglio e sono fedeli al suono originale.

Oltre alla classica porta RCA input per fonti analogiche, troviamo anche due porte ottiche per collegare il PC o altre fonti di musica digitale, e c’è la connettività Bluetooth per inviare un segnale audio alle casse tramite smartphone o tablet.

La cassa amplificata presenta inoltre una comoda uscita sub per trasformare l’impianto in un sistema 2.1 nel caso ci fosse la necessità. La presa USB sul retro serve solo a caricare un device, e non accetta lettura di file digitali.  

Anche per spazi non molto aperti, come un piccolo studio e per la postazione PC, le Kanto YU4 sono tra i migliori diffusori da scaffale e da scrivania. Il loro design è accattivante, moderno, e si sposano con qualsiasi tipo di arredamento.

Edifier R2000Db

7. ​Edifier R2000Db

​Le migliori casse attive per giradischi nella fascia media di prezzo

  • ​Rapporto qualità prezzo
  • ​Versatili
  • ​DAC integrato
  • ​Qualità audio meno buona su bluetooth

​Tra le migliori casse per giradischi nella fascia media di prezzo troviamo le Edifier R2000Db. Questa coppia di diffusori amplificati tornerà utile a coloro che vogliono collegare sia il giradischi che altre fonti di musica sia digitale che analogica.

Sul retro, troviamo infatti una doppia coppia di ingressi RCA per collegare fonti di musica analogica. Nel caso una di queste due sia un giradischi, assicuratevi di avere anche un PHONO esterno (o integrato nel giradischi), perché queste casse non hanno il PHONO integrato.

Per fonti di audio digitale, c’è la presa ottica che potremo utilizzare per collegare un TV o un computer. Tramite la connettività bluetooth è inoltre possibile collegare un dispositivo in wireless per ascoltare musica da smartphone o tablet.

Fa comodo inoltre avere il telecomando dedicato per selezionare la sorgente di input e per regolare il volume.

Se le colleghiamo ad una fonte analogica, il suono è molto buono, ma ancora migliore se utilizziamo la presa toslink per file digitali. La performance decade quando si utilizza la connettività bluetooth, quindi non le consigliamo agli audiofili che vogliono fare molto uso dello streaming da smartphone.

Per il giradischi in particolare, troviamo le Edifier R2000Db un buon compromesso tra prezzo, qualità costruttiva e suono. In questa fascia di mercato, è difficile trovare qualcosa di simile, e dobbiamo dire che in questo senso l’azienda cinese sta lavorando molto bene.

I prodotti Edifier si inseriscono in quella fascia di prodotti hi fi dal prezzo raggiungibile e dalle caratteristiche più che accettabili, ed offrono una soluzione conveniente per chi si avvicina al mondo della musica high fidelity.

Mission LX-2

8. ​Mission LX-2

​Le migliori casse passive Hi Fi sotto i 200 euro per il giradischi e l’impianto stereo

  • ​Rapporto qualità prezzo eccezionale
  • ​Timing dei driver ottimizzato
  • ​Soundstage più ridotto rispetto alle casse più costose

​I migliori diffusori passivi per giradischi nella fascia economica di prezzo sono le Mission LX-2. Queste casse da scaffale permettono un setup Hi Fi di tutto rispetto pur rimanendo al di sotto dei 200 euro.

La loro particolarità è la formazione dei driver. Noterete che invece di avere la classica configurazione alti e bassi dei driver (i primi sopra, i secondi sotto), in questi diffusori acustici troviamo il woofer sulla parte alta, e il tweeter nella parte bassa. Questo in teoria dovrebbe sincronizzare meglio il suono che arriva all’ascoltatore.

Il driver dei medio-bassi è da 130mm in fibra, mentre il driver dei medio-alti è da 25mm di tipo dome. La sensibilità delle casse è 86.5dB, al risposta in frequenza 60-30kHz con crossover settato sui 2.8kHz. L’impedenza nominale dei diffusori è 6 ohm, e sono compatibili con un amplificatore dai 20 ai 100 Watt.

Alla prova sul campo, questi diffusori Mission sono proprio convincenti, forse i migliori di tutta la linea, e riportano alla vita il segnale audio con chiarezza di particolari e suono di bella presenza. Per chi vuole ascoltarsi i propri vinili con una certa qualità acustica, e allo stesso tempo evitare di spendere cifre alte, le LX-2 sono una soluzione qualità prezzo del tutto soddisfacente.

Per suonare al meglio, necessitano di un po’ di spazio tra la parte posteriore della casse ed il muro, perché sono provviste di porta bass reflex posteriore che ha bisogno di essere lasciata libera da ostacoli per evitare rimbalzi sonori.

Bose Companion 2 Serie III

9. ​Bose Companion 2 Serie III

​Piccoli diffusori economici di buona qualità

  • ​Piccole e poco costose
  • Utili sia per giradischi che PC
  • ​Suono meno high fidelity

​Le Bose Companion 2 Serie III sono casse da PC che potrebbero anche essere utilizzate come casse per il giradischi. Sono quindi consigliate per chi ha bisogno di collegare un sistema di diffusori acustici dall'utilizzo ibrido, e la qualità audio Bose è sicuramente un incentivo all'acquisto.

Prima di collegare le casse al giradischi, assicuratevi che quest’ultimo abbia un amplificatore PHONO integrato, oppure dovrete acquistarne uno esterno, da installare tra il giradischi e le casse.

Le Bose Companion non hanno ingressi RCA, quindi per passare il segnale dal giradischi (o dal PHONO esterno) ai diffusori potrete utilizzare un cavo RCA-mini jack, e inserire quest’ultimo nella presa AUX dei diffusori.

Il suono generato da questi piccoli diffusori è spazioso, con buon soundstage e un discreto livello di volume. Vanno bene per lo studio di casa, o per la camera da letto, e presentano un buon rapporto qualità prezzo perché effettivamente non necessitano di una spesa folle.

Non sono certo le casse che consigliamo ai patiti della musica Hi Fi, e agli audiofili che cercano la perfezione, però per un livello di ascolto superiore alla media vanno più che bene, e portano via veramente poco spazio sulla scrivania o sullo scaffale.

Edifier R1280T

10. ​Edifier R1280T

​I migliori diffusori sotto i 100 euro per il giradischi e l’impianto Hi Fi di casa

  • ​Prezzo interessante
  • ​Suonano bene
  • ​Design
  • ​Non molto potenti

​Le migliori casse economiche per giradischi nella categoria dei diffusori attivi sono le Edifier R1280T. Offrono riproduzione sonora soddisfacente, una qualità costruttiva molto buona, design piacevole, e sono semplici ed essenziali.

Sono casse amplificate, per cui non dovrete acquistare un amplificatore Hi Fi per farle funzionare con il giradischi. Però dovrete probabilmente prendere un PHONO esterno da collegare tra il giradischi e le casse.

Sul retro della cassa destra, troviamo due coppie di RCA input, da utilizzare per due diverse sorgenti analogiche, il pulsante di accensione, e i connettori per i cavi della cassa sinistra.

Sul fianco della cassa amplificata ci sono tre potenziometri per regolare il volume e i toni. La potenza in uscita di queste casse da scaffale è di 2x21W, non sono potenti ma possono tranquillamente riempire una stanza di piccole dimensioni come uno studio, o una camera da letto.

I diffusori acustici Edifier hanno una formazione di driver a due vie, con il woofer da 4 pollici sulla parte bassa della parete frontale, e il tweeter silk dome da 13mm posto sulla parte superiore spostato verso la parte esterna e non centrale. Non è in posizione centrale perché deve far spazio alla porta bass reflex, che essendo frontale permette di sistemare le casse a ridosso del muro senza causare ritorni.

Per il prezzo di fascia economica, siamo stupiti di quanto le Edifier R1280T possano suonare bene. Ci saremmo aspettati una qualità vicina alle casse economiche da computer, invece le possiamo collegare al giradischi e godere di una sonorità del tutto soddisfacente.