I 10 Migliori Monitor per Video Editing e Grafica del 2020

Se sei in cerca di un monitor per il montaggio video, color correction e color grading, ecco la selezione dei migliori monitor per video editing da acquistare per categoria e fascia di prezzo, per utilizzo sia professionale che entry-level.

miglior monitor video editing

In un monitor per il video editing generalmente cerchiamo alta risoluzione, buona copertura delle gamme cromatiche professionali, dimensioni comode e fedeltà colore.

Quando si utilizzano programmi come Adobe Premiere Pro e Final Cut, o qualsiasi altro programma per la grafica e la correzione colore, serve abbastanza spazio per poter organizzare tutte le finestre e i vari progetti, per questo consigliamo di orientarti su una dimensione da 27 o 32 pollici.

Generalmente, sarebbe consigliato ottenere un display IPS con buoni angoli di visione e buona copertura almeno della gamma Adobe RGB, oppure nei modelli più entry-level del 100% della gamma sRGB.

Un monitor per video editing deve inoltre essere dotato di una buona risoluzione in base alla dimensione dello schermo. Consigliamo di acquistare un monitor 4k dai 27 pollici in su, per poter accedere ad una definizione dell'immagine più nitida rispetto ad un monitor Full HD.

Per questi motivi, purtroppo, i monitor molto economici non sono raccomandabili per il video editing e per utilizzo professionale, ecco perché nella nostra classifica abbiamo selezionato modelli in una fascia di prezzo che parte dai €400 e arriva fino sopra ai €4.000.

Partiremo con i monitor per video editing professionali, per poi finire con i display entry level che consigliamo agli amatori. Nella nostra guida all'acquisto potrai sicuramente trovare un modello che fa al caso tuo per qualità prezzo, caratteristiche e dimensioni.

Eizo CG319X

1. Eizo CG319X

Monitor di fascia alta per professionisti del video editing

  • Definizione incredibile
  • Sistema di calibrazione integrato
  • Accuratezza colore
  • Richiede un investimento importante

Prezzo 4.695,00 €

Il miglior monitor per video editing di quest'anno è sicuramente l’Eizo CG319X, progettato per video editing, oppure per chi usa un PC per fotografia di alto livello, utile per studi professionali e cinematografici per la consegna di progetti in cui non c'è spazio per errori e imprecisioni.

Le specifiche tecniche sono le migliori nella sua categoria, questo è un monitor da 31 pollici, con pannello IPS 4K, sistema di calibrazione integrato e copertura della gamma colore Adobe RGB del 99%.

La definizione 4K di questo monitor per fotografi è soltanto l'inizio, perché questo display ha una densità dei pixel veramente molto elevata, da 149 ppi, per una quantità di dettaglio eccezionale.

I filmmaker professionisti avranno il piacere di poter utilizzare la modalità HDR, HLG e PQ, e c’è anche copertura del 98% della gamma colore DCI P3,  la gamma cromatica standard dell'industria cinematografica.

Le connessioni disponibili sono DisplayPort, HDMI, una porta USB per upstream e tre porte USB che possono essere utilizzate per gli accessori esterni. Manca eventualmente il supporto per USB di tipo C.

Sulla parte superiore, incastonato all'interno del frame, c'è il calibratore automatico a comparsa, per eseguire il check della calibrazione a intervalli regolari ed essere sicuri dell'accuratezza colore del display.

Lo stand su cui il monitor è montato offre abbastanza versatilità di movimento, per poter sistemare la posizione del display a seconda della postazione di lavoro in utilizzo.

Dell UltraSharp PremierColor UP3218K

2. Dell UltraSharp PremierColor UP3218K

Quando il 4k non basta

  • Risoluzione 8k
  • Accuratezza colore eccezionale
  • Design
  • Ha bisogno di un hardware molto potente

Prezzo 3.521,82 €

Questo non è un monitor per chiunque, si tratta di un modello che consigliamo a chi può sfruttare le potenzialità della risoluzione 8k, e a chi ha a disposizione una macchina hardware in grado di gestire questo tipo di definizione video.

Lo schermo è molto grande, con dimensione 32 pollici, per poter lavorare comodamente ad un progetto di video editing. La tecnologia PremierColor di Dell è in grado di incontrare diversi standard dell'industria cinematografica moderna, per offrire accuratezza colore di alto livello.

In particolare, con questo schermo abbiamo copertura colore del 100% di Adobe RGB, 100% sRGB, 100% rec 709, 98% DCI P3, e una profondità colore di 1.07 miliardi.

Il monitor è calibrato in fabbrica, dal momento in cui lo estrarrete dalla scatola sarà perfetto per iniziare a lavorare. La risoluzione mastodontica di 7680x4320 significa poter gestire progetti 4k e 8k con resa reale della definizione immagine.

Ovvio che non vi troverete a gestire filmati direttamente girati in 8k molto spesso, però la qualità del 4k su questo monitor è proprio apprezzabile, ed è anche molto buono per gestire filmati full HD 1080p.

Il Dell Ultrasharp è anche estremamente consigliato per chi deve eseguire il fotoritocco professionale di fotografie ad alta risoluzione.

Una delle caratteristiche che ci piacciono di più di questo monitor, oltre alle impressionanti qualità tecniche, è il design. In particolare stiamo parlando della sottigliezza dei bordi, della qualità costruttiva in generale, e dell'eccezionale grado di versatilità dello stand integrato, che permette di girare lo schermo anche a 90 ° per lavorare a progetti in modalità portrait.

Ovvio che per lavorare con questo monitor vi servirà un computer veramente potente ed una scheda video dalle specifiche tecniche top di gamma.

Eizo CG2730

3. Eizo CG2730

Il miglior monitor 2k per video editing e fotografia professionale

  • Pannello opaco neutrale
  • Accuratezza colore eccezionale
  • Calibratore integrato
  • Non è un monitor 4k

Prezzo 1.699,00 €

Se cercate il miglior monitor 2k 27 pollici per video editing, vi consigliamo l’Eizo CG2730. Avrete il massimo di accuratezza colore per montaggio video professionale, ed un display completo di tecnologia flicker-free per poter passare diverse ore davanti allo schermo senza danneggiare la vista.

Il pannello opaco antiriflesso è la soluzione perfetta per eseguire il montaggio video e la color correction di progetti cinematografici. Questo monitor permette di vedere l'immagine nella sua qualità reale, sia per definizione che per accuratezza colore e livello di contrasto.

Ottima anche la presenza della tendina opzionale, per coprire lo schermo sui tre lati ed avere una minore presenza di luce esterna che altera la percezione cromatica. Siamo sicuri vi troverete ad usarla più spesso di quel che crediate

La profondità colore di questo display è 10-bit, per uno spettro cromatico superiore rispetto ad un più comune pannello 8-bit. Il livello delle sfumature con questo monitor professionale è molto accurato, per eseguire la colorazione dei progetti video e per utilizzo professionale nell'ambiente della grafica

Il monitor Eizo CG2730 copre il 99% dello spazio colore Adobe RGB, ed è quindi affidabile per lavorare con progetti video di alto livello.

È inoltre presente un sistema di calibrazione integrato, c'è un piccolo dispositivo che scende dalla cornice superiore per fare il test della calibrazione colore ed eseguire i necessari aggiustamenti a scadenza regolare. Il software dedicato ColorNavigator è molto semplice da utilizzare per eseguire la calibrazione senza dover chiamare un tecnico esterno.

Dell Ultrasharp UP3216Q

4. Dell UltraSharp UP3216Q

Monitor IPS 32 pollici 4K

  • Pannello di grandi dimensioni
  • Buona copertura della gamma cromatica
  • Possibilità di connessioni
  • Lo stand non è molto ergonomico

Prezzo 1.214,00 €

Per la creazione di contenuti multimediali, e per il montaggio video di livello professionale, tra i migliori monitor PC nella fascia medio-alta di prezzo vi consigliamo il Dell UltraSharp UP3216Q.

È stato principalmente progettato per avere una buona visione dell'immagine a livello di accuratezza colore, ed è infatti capace di coprire il 99,5% della gamma Adobe RGB e il 100% della gamma sRGB. Inoltre, per chi fosse interessato, c'è copertura del 100% REC709, e 87% della gamma DCI-P3.

Questo display LED IPS con pannello 10-bit è quindi molto affidabile per tutte le applicazioni creative, come per il fotoritocco professionale, il disegno grafico, e per l'editing video. La dimensione dello schermo di 32 pollici è inoltre un fattore importante per poter organizzare le varie finestre e creare contenuti multimediali comodamente.

Lo schermo Dell UltraSharp UP3216Q non è soltanto molto buono per risoluzione 4K, è anche eccellente per quantità di pixel all'interno di ogni singolo pollice. Questo modello ha una densità pari a 138 ppi, che è superiore alla media dei modelli competitor nella stessa fascia di prezzo e dimensioni.

Il display ha una frequenza di aggiornamento pari a 60Hz, è di tipo IPS in-plane-switching, a vantaggio di maggiori angoli di visione e fedeltà dei colori prodotti. Per i creatori di contenuti multimediali c'è anche il lettore di schede SD integrato, che fa comodo a fotografi e videomaker, 4 porte USB 3, una porta USB upstream, e il mini-jack per le cuffie. Le opzioni di connettività quindi sono abbastanza buone per questo tipo di utilizzo.

BenQ SW271

5. BenQ SW271

Il miglior monitor qualità prezzo per video editing e fotoritocco

  • Qualità professionale ad un prezzo di fascia media
  • Facile da mantenere calibrato
  • Lettore di schede SD integrato
  • Leggera vignettatura ai lati dello schermo

Prezzo 1.080,00 €

Il monitor BenQ SW271 è uno dei migliori in rapporto qualità prezzo per l'editing video, il fotoritocco, e per la grafica. Offre un pannello da 27 pollici con risoluzione 4K e diverse funzioni in connettività, con stand ergonomico che permette il posizionamento in diverse angolazioni.

Questo è un display 10-bit Ultra HD 3840x2160 con densità 163 ppi. Il pannello è di tipo IPS, copre 1.07 miliardi di colori ed è anche molto buono per rappresentare le diverse gamme cromatiche sia per fotografi che per cinematografi.

Lo schermo offre 99% della gamma Adobe RGB, 100% sRGB, 93% DCI-P3, e l'angolo di visuale è pari a 178° sia orizzontalmente che verticalmente.

Lo stand ergonomico ci permette di regolare la posizione dello schermo a piacimento, anche per posizionamento verticale quando vogliamo lavorare ad un progetto in modalità portrait.

Lo schermo 4k viene venduto con un software di calibrazione incluso, che ci permette di controllare la fedeltà del colore riprodotto a scadenza regolare. Per coloro che vorranno eseguire la calibrazione professionale sarà necessario acquistare un calibratore fisico esterno.

Sempre per chi deve lavorare a progetti professionali di video editing, questo schermo BenQ è provvisto di tecnologia HDR, con supporto per input HDR10. Si possono regolare i vari parametri a seconda delle necessità, inclusa la luminosità, il contrasto, la definizione, i livelli dei neri, la temperatura, gamma colore e saturazione.

Samsung CHG90 QLED

6. Samsung CHG90 QLED

Monitor per PC di tipo ultra-wide per montaggio video, grafica e gaming

  • C'è molto spazio per organizzare le finestre di lavoroxxxxx
  • Performance molto elevate
  • Pannello luminoso QLED
  • Minore copertura della gamma cromatica rispetto ai monitor professionali

Prezzo 810,32 €

Anche se questo display viene principalmente venduto come monitor da gaming, lo consigliamo comunque per video editing e grafica perché offre prestazioni e qualità immagine che si adattano bene anche per questo tipo di utilizzo.

Il design è di tipo curvo, con pannello VA da 49 pollici e rapporto d'aspetto 32:9. Nella maggior parte dei casi questo monitor prenderà l'intera larghezza della scrivania, e soprattutto per i videomaker sarà molto comodo per organizzare il progetto di montaggio video su tutta la larghezza dello schermo.

La risoluzione del pannello è di 3840x1080, il rapporto di contrasto è di 3000:1 ed è capace di rappresentare 1.07 miliardi di colori, con supporto per tecnologia HDR10 e buona luminosità da 350 nit.

L'angolo di visione è di 178 gradi, per poter vedere bene i colori da qualsiasi posizione lo si osservi. È una caratteristica particolarmente importante per questo tipo di monitor perché l'utente seduto al centro di questo display larghissimo deve avere la necessità di controllare la fedeltà dei colori da una parte all'altra del display.

Per quanto riguarda la gamma di colori, il monitor Samsung CHG90 QLED copre il 92% di Adobe RGB, ed è quindi abbastanza buono per progetti video-making di carattere semi-professionale, dove non ci sia la necessità di una calibrazione colore particolarmente fedele.

Il display è di tipo QLED, come quello delle televisioni Samsung di fascia alta, con buona luminosità e ottima brillantezza dei colori. Essendo questo un monitor 10-bit colore, lo possiamo tranquillamente mettere tra i migliori per grafica e video editing, perché permette di controllare le sfumature in maniera più precisa.

Lo troviamo una soluzione molto intelligente per semplificare il flusso di lavoro durante una sessione di editing video, proprio per la forma allargata che ci permette di sistemare le diverse finestre del programma di montaggio video con maggiore flessibilità.

HP DreamColor Z27x

7. HP DreamColor Z27x

Monitor 2k per uso professionale

  • Sistema di calibrazione integrato
  • 99% Adobe RGB
  • Bordi spessi
  • Luminosità massima non elevata

Prezzo 1.246,43 €

Per chi è in cerca di un monitor professionale da 27 pollici con pannello opaco per la creazione di contenuti multimediali e il video editing di alto livello, nella fascia di prezzo intorno ai €1000 consigliamo HP DreamColor Z27x.

La risoluzione è 2k 2560x1440 pixel, la profondità colore è 10-bit e gli angoli di visione sono 178° in verticale e in orizzontale. La luminosità massima è di 250 cd/m2, che non è elevatissima, e quindi consegniamo l'acquisto di questo display a chi avrà intenzione di eseguire il video editing in una stanza poco illuminata.

Il design è molto semplice, poco accattivante (che in questo settore non è necessariamente una caratteristica negativa), con bordi neri abbastanza spessi. Va molto bene per chi cerca un monitor semplice che non causi distrazioni quando si lavora a progetti di video editing.  

Un fattore positivo è sicuramente la versatilità dello stand ergonomico che permette angolazioni di tutti i tipi, anche per ruotare lo schermo a 90 gradi in modalità portrait verticale.

Le opzioni in connettività includono la porta HDMI, 2 displayport, 2 USB 3.0, connessione ethernet ed una porta USB di tipo B per la connessione con il PC.

Questo monitor per fotografi e videomaker professionisti copre bene le gamme cromatiche più importanti dell'industria di produzione cinematografica, in particolare abbiamo a disposizione il 99,2% di Adobe RGB e il 92,8% della gamma DCI P3.

Il pannello opaco è inoltre molto consigliato per coloro che devono avere una visione reale della qualità immagine visualizzata su schermo. Questo non è un monitor consumer che enfatizza colori e contrasto, è piuttosto un display di cui fidarsi per affidabilità e riproduzione colore.

BenQ PD3200U

8. BenQ PD3200U

Il miglior monitor 32 pollici entry-level per video editing e grafica

  • Risoluzione 4K
  • Qualità immagine molto buona
  • Grandi dimensioni
  • Minore copertura dello spazio colore Adobe RGB

Prezzo 720,99 €

Per la post produzione di un progetto video semiprofessionale, un monitor completo di tutte le funzionalità più importanti, e soprattutto molto adatto per fedeltà colore, è il BenQ PD3200U. È quello che consigliamo a coloro che hanno circa €1000 da investire su un monitor professionale dal prezzo non esagerato, per completare la propria postazione lavoro.

Innanzitutto abbiamo una dimensione da 32 pollici che permette di lavorare comodamente a qualsiasi progetto video, con risoluzione dello schermo 3840x2160 pixel, frequenza di aggiornamento 60Hz e copertura del 100% della gamma rec709, con output colore 10-bit.

Le opzioni in connettività sono fatte apposta per i videomaker e per i fotografi, infatti troviamo anche una comoda fessura per la lettura di schede SD direttamente dal monitor, con velocità di trasferimento dati abbastanza potente. Le altre connessioni includono displayport, HDMI, e diverse porte USB sia in entrata che in uscita.

La calibrazione del monitor è a regola d'arte direttamente appena acquistato, con colori rappresentati in maniera fedele.

Lo stand ergonomico ci permette di regolare l'inclinazione verticale, l'altezza, e la rotazione fino a 90° per posizionarlo in modalità verticale.

Il display è un IPS di tipo opaco, per eliminare riflessi di luce quando lo utilizziamo in un ambiente illuminato, e anche per donare un feedback di immagine reale di quello che effettivamente stiamo eseguendo. Questo monitor è infatti molto affidabile soprattutto per l'accuratezza dei toni durante la color correction di un progetto cinematografico.

LG 27UL650

9. LG 27UL650

Il miglior monitor 4k economico per il video editing

  • Qualità prezzo
  • Risoluzione 4K
  • Riproduzione della gamma Adobe RGB limitata

Prezzo 379,99 €

Nella fascia entry-level, come monitor per video editing 10-bit 4K con display IPS, consigliamo LG 27UL650, che rappresenta una buona soluzione qualità prezzo per chi cerca un modello non professionale.

Grazie alla dimensione da 27 pollici e alla buona luminosità massima da 350 nit, questo monitor 4k offre una buona superficie di lavoro per l'utilizzo di software come Premiere Pro e Final Cut, anche per lavorare ad un progetto video in una stanza illuminata.

La copertura della gamma colore non è elevata quanto quella dei display professionali per video editing e fotografia, Infatti questo monitor LG arriva a coprire il 99% dello spazio colore di base sRGB. Il monitor è inoltre provvisto di tecnologia HDR, che permette di alzare la luminosità massima da 350 a 450 nit.  A parte questo vantaggio, la funzione HDR non offre un miglioramento della qualità dell'immagine appunto perché la gamma colore è un po' limitata.

Lo stand ergonomico è abbastanza comodo da utilizzare, oltre a poter inclinare il display in alto in basso, si può anche ruotare lateralmente per cambiare l'angolo di visione. Tenete presente che qui manca il supporto per il montaggio VESA, quindi se eventualmente vorreste utilizzare una staffa esterna, con questo monitor non sarà possibile. Le connessioni disponibili sono due HDMI 2.0, una displayport 1.2 e il jack per le cuffie.

ASUS PA248Q

10. Asus PA248Q

Monitor 24 pollici di fascia economica per una postazione a display multiplo

  • Prezzo conveniente
  • Qualità colore
  • Opzioni in connettività
  • Gamma cromatica meno estesa

Prezzo 409,99 €

L’Asus PA248Q è una proposta qualità prezzo per chi cerca un monitor per video editing da 24 pollici di fascia economica. Le dimensioni non saranno ovviamente quelle ottimali per lavorare ad un progetto di montaggio video, però a questo prezzo si potrebbe anche pensare di comprare due di questi monitor per avere una postazione editing con doppio display, soluzione a volte addirittura più comoda rispetto ad un display singolo.

Abbiamo scelto questo modello non solo per il prezzo economico, ma anche perché presenta alcune qualità lodevoli come monitor per grafica, e per lavorare con progetti multimediali.

In particolare, la riproduzione dei colori con questo monitor è abbastanza buona, poi ci sono ottimi angoli di visione, molte porte in connettività, e lo stand ergonomico offre versatilità per diversi tipi di posizionamento.

Le specifiche tecniche includono una risoluzione 1920x1200 su pannello IPS con angoli di visione da 178 gradi in tutte le direzioni, e una copertura della gamma colore del 100% sRGB.

Per connettere device esterni, ci sono quattro porte USB 3.0 con possibilità di trasmissione dati molto veloce, mentre per il collegamento video abbiamo HDMI, DVI, D-sub, e displayport.

È ovviamente possibile utilizzare più di uno di questi monitor per realizzare una postazione multi-display, con una scheda video dedicata. La tecnologia flicker-free offre inoltre minore stress alla vista durante una lunga sessione di editing.